Elenco degli Argomenti


Iscrizione al Forum | Invia ad un Amico | Regole del Forum

prima | precedente
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100»
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 01 Luglio 2014  03:56
  • Secondo me anche in Fisica si dovrebbe utilizzare il giusto formalismo...

    http://www.journal

    "Analogously, E = mc2 implies that any form of mass is convertible into Energy ( in fact mass is usually measured in eV)"



    In Fisica mi pare che "eV" sia una unità di misura dell'energia, non della massa.
    Se volessi ottenere una massa devo appunto dividere l'energia per (c2).

    http://physics.nist.gov
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 01 Luglio 2014  03:28
  • @UmmaGumma

    quando si lavora con gli infiniti occorre utilizzare il giusto formalismo, come quello proposto dal matematico russo Yaroslav D. Sergeyev
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 01 Luglio 2014  03:11
  • @Melchior

    Non conosco il lavoro di Preparata, ma è possibile "riscrivere" la MQ in termini realistici ovvero rendendola fattorizzabile e mantenendo coerenza con i risultati sperimentali?
    E' un'impresa titanica.
    In questo libro Selleri fa una panoramica storica sulla MQ (e su suoi lati oscuri), ma pur essendo un realista non sa spingersi oltre qualche accenno su una possibile alternativa.
    La non località poi sembra qualcosa ci si possa liberare così facilmente...
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 01 Luglio 2014  02:46
  • Abbiamo così dimostrato che infinito = 0!




    giuro Melchior, mi sono applicato, 10 minuti concentrato, meningi spremute, fumo dalle orecchie, mal di testa, m'arendo

    come vi invidio
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 01 Luglio 2014  02:23
  • @Franco, @Melchior

    Grazie.

    E' chiaro che quando si ha a che fare con gli infiniti si possono ottenere i risultati che si vogliono.
    Il video postato è appunto un divertissment sul tema.

    Meno leggero (o almeno io lo percepisco tale) è il prolungamento analitico quando usato in una teoria diciamo "seria" (nel senso ritenuta tale da buona parte della comunità scientifica) come quella delle stringhe.
    In pratica concordo con Nevanlinna che certe soluzioni "ardite" meriterebbero più rigore logico.
    Roba che se Celani dovesse usare un passaggio del genere gli "mangerebbero il cuore nella piazza del mercato" (cit. W.Shakespeare - Molto rumore per nulla)




    Nel frattempo Rossi ha cominciato col mantra "Six Months For Peer Review" e ripreso col "1MW Plant visit".
    Temo finirò ipnotizzato, alla fine...

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

    Clicca qui per ingrandire

    Clicca sull'immagine per ingrandirla
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 01 Luglio 2014  02:02
  • @UmmaGumma

    Consideri le due serie sottostanti che convergono "ovviamente" entrambe all'infinito allo stesso valore, la somma di tutti i numeri naturali:

    0 + 1 + 2 + 3 + ...

    1 + 2 + 3 + 4 + ...

    sottraendo la prima dalla seconda si ha:

    1 + 1 + 1 + 1 + ...

    che converge ad un valore infinito

    abbiamo così dimostrato che infinito = 0!

    :)

    On the Grossone and the Infinity Computer



    x Nevanlinna

    "Bacchettate e/o pernacchie a chi ci prova"

    c'è chi ha sfidato le bacchettate:

    https://groups.diigo.com
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 30 Giugno 2014  16:40
  • @Tia86

    Grazie.
    Credo che una spiegazione la si trovi anche qui: http://youtu.be
    In pratica quando si dice che la serie oscillante S1 è uguale 0.5, si intende come "0.5 è il valore che assumerebbe il limite se la serie fosse convergente (ma non lo è, e quindi non ha limite)".
    Non sapevo la politica si applicasse alla matematica :)
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 30 Giugno 2014  16:00
  • >Ora ho anche alcune domande però:
    1) La dimostrazione del video mi sembra un po' un trucchetto che alla fine fa tornare i conti (lo shift di una posizione nella serie è arbitrario) rispetto alla dimostrazione più formale.

    In realtà anche la dimostrazione di S1 il cui limite verrebbe 0.5 è errata dal punto di vista dell'analisi matematica. Il limite infatti non esiste in quanto la serie oscilla tra 1 e 0. In pratica è come dire che il limite di sin(x) per x->inf è zero in quanto mediamente la oscillazione è zero, ma analiticamente il limite non esiste perchè la funzione oscilla e quindi il concetto di limite non si applica.
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 30 Giugno 2014  09:38
  • Incidentalmente, la bonaccia è solo apparente.




    spero tu abbia notizie diciamo confortanti, o almeno riportande prima di 6 mesi
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 30 Giugno 2014  09:23
  • @UmmaGumma
    Non riesco a vedere il filmato e, in ogni modo, l'ontologia è stata scacciata dalla fisica da secoli. Peccato, perché la domanda sull'Essere ha titolo per apparire fondamentale ma, da un certo momento in poi, non è piaciuta più e vige una tacita proibizione. Stile Wittgenstein, per intenderci: "Tutto quello che non può essere detto ...". Bacchettate e/o pernacchie a chi ci prova - invece i prolungamenti analitici a capocchia vanno benissimo a tutti, sono rubricati come "ipotesi ardite" e ci si conquista la cattedra.

    Incidentalmente, la bonaccia è solo apparente.
  • Rispondi    Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post      Share      
  • 30 Giugno 2014  08:08
  • @Matematici/Fisici

    (...la bonaccia persiste, viro su altri argomenti e approfitto della pazienza dei lettori del forum biecamente)

    Mi è stato fatto vedere questo filmato e fatto una domanda: è davvero così?

    Siccome le Analisi I e II sono un ricordo tutt'altro che fresco, ho cercato di documentarmi e mi sembra di capire che il risultato (-1/12) è nient'altro che il risultato di un prolungamento analitico (la funzione zeta). Quindi il simbolo di "=" va preso un po' con le pinze.

    Ora ho anche alcune domande però:

    1) La dimostrazione del video mi sembra un po' un trucchetto che alla fine fa tornare i conti (lo shift di una posizione nella serie è arbitrario) rispetto alla dimostrazione più formale.
    2) Ed è la vera domanda: nella teoria delle stringhe si sostituisce la sommatoria divergente con un valore finito del prolungamento. Ma quale significato ha? E' una operazione come posso dire...."ontologicamente" lecita? In che modo si relaziona alla realtà fisica? Non è che - come qualche fisico lamenta - la Fisica ha perso un po' lo spirito della scienza "dura" e la matematica ha preso nella disciplina un po' troppo la mano (per quanto sia fondamentale) ?

    (Rossi mi lascia perplesso ma non è che 26 dimensioni siano acqua fresca...)

    Ric
prima | precedente
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100»

Home Page | Migliori Post |  Mostra tutti i Topic del Forum | Inserisci qui una Risposta