Elenco degli Argomenti

Altri migliori Post

Ultimi migliori post di Alberta

  • Rispondi  Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post
  • 22 Aprile 2015  20:56
  • http://finance.yahoo.com



    Direi che la chiamata di Bill Gross ha riempito da ieri i Forum e le TV di mezzo mondo..... e l' effetto oggi è stato più importante di ieri.

    Adesso siamo ad una figura e mezza di correzione dai massimi.... di venerdì 17...

    Direi di segnarcela bene questa data, quando i gestori dei maggiori Fondi Obbligazionari si sbilanciano pubblicamente, sono già in trincea a sparare le prime raffiche.

    Il Timing per loro non si misura in ore o giorni, come per i modesti trader, ma almeno in settimane o anche mesi (solo qualche mese, intendiamoci).

    Certo che gli effetti, visto dove siamo arrivati, qui sono spiegati bene:

    ____________
    So Gross may well be right.

    If he is, and German bonds suffer the kind of collapse that would echo how the pound performed in 1992, investors will find themselves in the midst of a financial Armageddon that could make the Great Crash of 1929 look like a walk in the park.



    Ricordo che la parte finale della frase, era risuonata identica su Bloomberg, per bocca di un avveduto big player azionario prima del crollo del 2007/2008 ed è ben custodita nei nostri archivi ..... ma in quel momento sembrava una esagerazione....nessuno pensava che gli indici potessero avvitarsi ben oltre i minimi post- bolla del 2000.

    Poi sappiamo come sono andate le cose.... ed il 666 di Sp500 è rimasto scolpito a ricordarcelo......

    Meditate, gente, meditate.
  • Rispondi  Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post
  • 11 Marzo 2015  13:00
  • E poi uno pensa che i cambi contino relativamente sull'andamento degli indici azionari...



    Forse per qualcuno poco attento e con scarsa esperienza.

    Da anni stiamo assistendo ad "guerra valutaria", amichevolmente condotta dagli Stati sovrani, dalla loro Banche Centrali ed in parte sempre maggiore, dalle grandi Corporation USA e GB, finanziarie e non solo.

    Non è d'altro canto una novità, ora la faccenda è stata ufficializzata ed in parte concordata (Soros contro la BOE di inizio anni '90 difficilmente potrà ripetersi in quei termini).

    Sul campo rimangono vittime più o meno illustri, che a livello globale vengono sacrificate, come sempre successo in passato nelle guerre "tradizionali", sull' altare del "bene comune" (quale sia .... lasciamo andare).

    Un grafico dei principali cross valutari degli ultimi 25/30 anni, letto con un minimo di attenzione, è più istruttivo ed esplicativo rispetto alla lettura di decine di testi di economia contemporanea.

    In conclusione, se governi, per quanto possibile in modo concordato, gli andamenti del Forex, puoi gestire ed indirizzare il resto m,a proprio per questo, è per i trader il mercato più pericoloso e letale che esista, ora che l' effetto leva è diventato disponibile per tutti e, come si è visto clamorosamente con il Peg EUR/CHF crollato di recente, miete più vittime del colera di un secolo fa.

    In conclusione, puoi seguire il Forex per saper che succede e succederà sul resto dei mercati (TUTTI), ma operarci direttamente a leva è il gioco più pericoloso che esista, insieme alla roulette russa.....
  • Rispondi  Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post
  • 30 Gennaio 2015  14:18
  • 30 Gennaio 2015 11:52
    Non pensavo proprio che il dax arrivasse oltre 10800, ho chiuso molto prima p.p.



    Dispiace rifare discorsi triti e ritriti, ma finchè i tassi di interesse rimarranno nel Mondo che conta a Zero o sottozero, nessun serio bear market potrà impostarsi, ed i nuovi massimi del DAX, pur con un EUR debole, quindi negativo per gli investitori USD e GBP, lo testimoniano.

    Anche Nonna Papera ha detto che continuerà ad essere paziente sul rialzo dei tassi, forse sino a fine 2015, mentre il qE di Draghi va avanti sino al 2016....

    Non vedo proprio dove collocare quattrini, se non nell' azionario, per avere rendimenti (reali) che non siano con il segno MENO davanti...... e mi sembra che a nessun investitore, gestore, fondo pensione etc. piaccia o possa permettersi tassi di rendimento a fine anno NEGATIVI.

    Ergo la Borsa, quella che conta, NON potrà scendere, solo perchè non ci sono investimenti alternativi, i dividendi sono grassi ed anche se i prezzi rimangono fermi.....

    insomma ......devo continuare ?????
  • Rispondi  Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post
  • 02 Settembre 2014  18:07
  • Come noto ed arcinoto anche grazie alle attente analisi di GZ, i guai per l' Italia sono nati da una evento tecnico preciso:
    Dal 1981 “la Banca d'Italia è stata "esentata" dall'obbligo di acquirente residuale dei titoli emessi dal Tesoro” e il Trattato di Maastricht prevede per le Banche Centrali il “divieto di finanziamento monetario agli Stati membri o istituzioni pubbliche dell’area dell’euro; non vengono quindi acquistati titoli della specie in emissione”.
    Dunque le Banche Centrali non possono acquistare obbligazioni statali al momento dell'emissione.
    (invece possono acquistarle in seguito dai possessori).



    Ma perchè la Buba è "esentata" da questo "divieto" ?????

    http://vocidallestero.blogspot.it

    E soprattutto perchè, almeno dal 2010 in avanti, in piena emergenza BTP, questa anomalia non è MAI stata sollevata da NESSUNO dei tanti ESPERTI che ci fanno le prediche sull' austerità a tutti i costi da un decennio a questa parte, senza dire una parola sul differenziale dei tassi con la Germania, che ci costa 80 miliardi di EURO ogni anno, bruciando il nostro avanzo primario, mai cessato anche nei momenti peggiori della crisi in cui ci troviamo ???

    Insomma: chi ha ragione e chi ha torto (nella sostanza "tecnica", non nella forma, ovviamente).

    http://phastidio.net

    http://www.rischiocalcolato.it

    http://www.economiaepolitica.it

    Davanti al concreto rischio di nuovi prelievi straordinari per far quadrare i bilanci non solo dell' Italia ma di mezza Europa, credo che la presidenza italiana abbia un dovere preciso di fare chiarezza nei confronti di tutta l' Area UE, non possiamo attendere oltre......

    Clicca sull'immagine per ingrandirla

    Clicca qui per ingrandire

    Clicca sull'immagine per ingrandirla


    Clicca sull'immagine per ingrandirla

    Clicca qui per ingrandire

    Clicca sull'immagine per ingrandirla
  • Rispondi  Modifica
  •     segnalaci questo post    Stampa questo Post
  • 25 Agosto 2014  13:16
  • Mentre in Italia si discute del sesso degli angeli, ecco cosa succede nel "mondo reale".

    Notizia di oggi;

    Burger King Worldwide Inc. è in trattative per acquistare la catena Canadese di caffè-e-ciambelle Tim Hortons Inc., in un accordo che sarà strutturata come una cosiddetta tassa di inversione e per spostare Burger King nella sede in Canada.

    Le due parti stanno lavorando ad un accordo per la creazione di una nuova società, ha detto la società . L'acquisizione dovrebbe creare il terzo più grande quick-service provider in tutto il mondo.

    Le c.d. offerte di inversione fiscale sono in aumento negli ultimi anni e sono di fronte a una dura opposizione, a Washington, dato che esse minacciano di esaurire le entrate fiscali del governo degli Stati UNITI. Questa mossa di Burger King sembra un sigillo sicuro per intensificare la critica su queste operazioni, dato che è un ben noto marchio Americano.

    Una persona competente con la materia ha detto che un accordo tra le due società potrebbe essere presto oggetto di indagine, ma senza ulteriori dettagli sui tempi, non poteva essere più preciso.

    Tim Hortons ha un valore di mercato di circa $8,4 miliardi, mentre Burger King è di circa $9,6 miliardi di euro, così, insieme, le aziende sono attualmente valutate circa 18 miliardi di dollari.

    Passando in un Paese con un più basso prelievo fiscale, le offerte di inversione consentono alle aziende di risparmiare denaro sugli utili esteri e sulla cassa mantenuta all'estero e, in alcuni casi, ridurre la complessiva tassazione aziendale. Anche se molte delle offerte di inversione hanno coinvolto le imprese Europee, il Canada è stato anche il punto focale per un certo numero di loro, data la sua vicinanza e somiglianza agli Stati UNITI, visto che in Canada la corporate tax rate si è abbassata al 15% nel 2012.

    Valeant Pharmaceuticals International Inc., che aveva sede in California, acquisendo la Canadadese Biovail Corp. nel 2010 e redomiciliando la sede in Canada, attualmente gode di un'aliquota fiscale inferiore al 5%.

    Dopo una marea di acquisizioni di inversione fiscale - tra cui AbbVie Inc.’s accordo per l'acquisto di Irlanda Shire PLC e Medtronic Inc.’s accordo per l'acquisto di Irlanda Covidien PLC , e con le altre offerte previste nei prossimi mesi - la Casa Bianca ha invitato il Congresso a prendere provvedimenti per impedire che le aziende perseguano inversioni in territorio messicano. Il Dipartimento del Tesoro ha detto di recente che sta assemblando un elenco di opzioni per scoraggiare o prevenire le offerte da considerare al Segretario Jacob Lew.

Home Page | Migliori Post |  Mostra tutti i Topic del Forum | Inserisci qui una Risposta